Ingredienti per 4 persone:

 

 

 

Per la pasta:

 

andiamo a lessarla per la metà del tempo consigliato. La tagliamo a triangoli non regolari e la facciamo riposare in una marinata di olio con un 1/3 del succo del limone e l'origano.

Riscaldiamo l'olio di semi, lo facciamo diventare molto caldo perché la frittura dovrà essere molto veloce.

Immergiamo i nostri triangoli di pasta nell'olio bollente, facendo attenzione che non si attacchino, per questo non ne friggeremo molti assieme. Li togliamo dall'olio solo quando si saranno leggermente imbruniti, poi li lasciamo su carta assorbente per togliere l'olio in eccesso.

 

Per la fagiolata:

 

in una pentola dai bordi alti, facciamo sciogliere i filetti di cipolla piccanti in 3 cucchiai di olio evo ed 1 al peperoncino, con l'ananas tagliata a cubetti.

Andiamo a versare la passata di pomodoro bio e saliamo, basterà un pizzico di sale per ora.

Dopo 5 min, aggiungiamo ½ bicchiere di acqua con un pizzico di sale ed i borlotti che avremo fatto ammorbidire in acqua almeno 6 ore prima con un cucchiaino di bicarbonato.

Facciamo sobbollire il tutto per 20 minuti facendo attenzione ad aggiungere di tanto in tanto dell'acqua per mantenere la zuppa liquida. Dopo 20 minuti aggiungiamo l'olio piccante, 2 cucchiai. Facciamo riposare coperto.

 

 

Per il falso guacamole:

 

andiamo a frullare assieme il pesto alla genovese, 1 pomodorino, il basilico, tutto il succo di limone rimasto con un pizzico di sale. Frulliamo aggiungendo a filo 2 cucchiai di olio evo e uno di olio piccante.

Laviamo e tagliamo i pomodorini e serviamo.

 

Un buon Rosato leggermente frizzante, freddo, ad esempio un Rosatello Ruffino, accompagnerà perfettamente questo aperitivo SudAmericano con una grossa influenza Italiana.